"Quando ascolto il mare io sento la voce di tutti" Beato Francesco Mottola

Francesco Mottola nacque a Tropea il 3 gennaio 1901. Entrato undicenne nel Seminario vescovile di Tropea, fu ordinato sacerdote il 5 aprile 1924. Dopo un mese come parroco a Parghelia, dovette rinunciare all’incarico per motivi di salute. Si diede quindi a varie forme di apostolato, tra cultura e carità. Fu un cantore lirico di Gesù, della Trinità, del Corpo Mistico, della Madonna, dell’Eucaristia, del sacerdozio. Fondò la Famiglia degli Oblati del Sacro Cuore, composta dai Sacerdoti Oblati, nati nel 1931, dalle Oblate del Sacro Cuore, insieme a Irma Scrugli (per la quale è in corso la causa di beatificazione) e dagli Oblati laici, sorti nel 1935. Il loro compito doveva essere la cura di quanti venivano rifiutati dalla società, i «nuju du mundu» (i «nessuno del mondo») secondo un’espressione dialettale che lui usava. Il suo ministero pastorale sfociò anche in opere come le Case di Carità, dove l’assistenza a bambini, anziani e malati doveva essere donata con l’amore di una vera famiglia. Morì nella sua casa paterna, a Tropea, il 29 giugno 1969. Fu beatificato il 10 ottobre 2021, sotto il pontificato di papa Francesco, nella Concattedrale di Maria Santissima di Romania a Tropea, nella cui navata destra, ai piedi del Crocifisso, riposano i suoi resti mortali. La sua memoria liturgica venne fissata al 30 giugno, giorno successivo a quello della sua nascita al Cielo.


Cliccando sul tasto sottostante si potrà ammirare con un breve video la Casa di Don Mottola, da cui si può ammorare il mare e che presto diventerà museo meta di pellegrinaggio dei fedeli.

Sitografia:

Antonio Borrelli ed Emilia Flocchini, Venerabile Francesco Mottola Sacerdote e fondatore, 4 ottobre 2019, su Santi, beati e testimoni.


9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti