In Italia c'è una chiesa sul mare: ed è tra le più belle al mondo!

Divenuta uno dei luoghi simbolo della Calabria, è una chiesa di origine medievale per cui però il tempo sembra non essere passato, data la sua bellezza che sembra resistere immutata al trascorrere degli anni e ai numerosi rimaneggiamenti subiti nel corso della sua storia. Già la sua posizione, sulla cima di uno scoglio a picco sul mare, varrebbe da sola una visita alla Chiesa di Santa Maria dell’Isola; eppure ti assicuriamo che qui oltre alle viste (e che viste!) c’è molto di più.

Cosa vedere nella Chiesa di Santa Maria dell’Isola

Intitolata alla Madonna dell’Isola, la chiesa è una meta tanto religiosa quanto turistica, poiché non serve necessariamente essere credenti per aver voglia di salire fin quassù a godersi lo spettacolo. Nonostante il suo aspetto attuale sia decisamente diverso da quello che doveva avere in origine, a causa di terremoti che l’hanno parzialmente distrutta e di incursioni dei nemici che l’hanno danneggiata, la Chiesa di Santa Maria dell’Isola se ne sta sulla cima del suo scoglio da oltre mille anni, sempre a vegliare sulla cittadina sottostante di Tropea per cui costituisce un vero e proprio vanto sia architettonico che religioso.

Per raggiungere la Chiesa di Santa Maria dell’Isola bisogna salire lungo una ripidissima scalinata scavata nel tufo, ma ti assicuriamo che all’arrivo sarai ripagato di ogni sforzo. Immersa nel verde tipico della vegetazione mediterranea, e con aiuole e panchine dove ristorarsi e godere del panorama, la Chiesa offre certamente esterni dalla bellezza irripetibile.

Gli interni, tuttavia, non sono da meno: le tre navate in cui la chiesa è articolata rendono la struttura maestosa e sobria al tempo stesso, capace di ospitare elementi architettonici di pregio come le statue della Sacra Famiglia (da cui escono solo una volta l’anno, il 15 agosto, per essere portate in processione in mare).

Prima di andare via, ti consigliamo una sosta nel museo annesso che custodisce i segreti del Santuario e che ti consente di sapere di più su questo emozionante luogo di culto ‘vista mare’.

La leggenda della chiesa

Non ci sono dubbi circa il valore spirituale che ha la Chiesa di Santa Maria dell’Isola; parte del suo successo, tuttavia, pare sia da ricercare nella leggenda che la vede protagonista e che ogni abitante di Tropea potrebbe agevolmente raccontarti.

La leggenda racconta dell’arrivo a Tropea via mare di una statua in legno della Madonna, accolta fastosamente dal popolo, dal vescovo, dal sindaco e dai capi del paese che, insieme, decisero di custodirla in una nicchia all’interno della grotta scavata nello scoglio della rupe. Dal momento che la statua era troppo grande, venne chiamato un falegname che le tagliasse le gambe per ovviare al problema. Al falegname fu impossibile proseguire con il lavoro poichè gli si paralizzarono le braccia, e il sindaco ed il vescovo morirono all’improvviso. Nei giorni seguenti la Madonna iniziò a graziare il suo paese con dei miracoli, ad esempio guarendo i malati che venivano condotti al suo cospetto.

Anche se la statua è andata perduta senza che ne sia rimasta alcuna traccia, il culto nato dalla leggenda per la Madonna è rimasto fortissimo e impresso nella memoria popolare al punto che la chiesa venne costruita proprio nel luogo in cui l’effige lignea era in origine conservata. Fonte [https://www.paesionline.it/italia/monumenti-ed-edifici-storici-tropea/chiesa-di-santa-maria-dell-isola]

765 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti